I Ragni (Aracnidi)

I Ragni

I Ragni (Aracnidi)

I ragni non sono insetti ma artropodi appartenenti alla classe degli Aracnidi, ordine al quale fanno parte anche gli scorpioni.

I ragni sono carnivori e predatori, si cibano di insetti che catturano con le loro ragnatele, poi  afferrano gli insetti catturati con le otto zampe e utilizzando le due appendici, posizionate sulla bocca iniettando loro un veleno paralizzante che scioglie gli organi interni.

Alcune specie di ragni, dalle ragguardevoli dimensioni, possono catturare anche piccoli mammiferi come i topi.

Ci sono dei ragni che non costruiscono la ragnatela ma aspettano in agguato le loro vittime rincorendole, come il ragno granchio Xysticus bifasciatus famiglia (Araneae:Thomisidae). 

Il morso dei ragni esistenti in Italia non è nocivo all’uomo, ma può comunque essere irritante e doloroso, fatta eccezione per la vedova nera ( Latrodectus mactans) e del ragno violino (Loxosceles rufescens). I ragni (aracnidi) posseggono una ghiandola che secerne una seta con la quale non solo costruiscono elaborate ragnatele ma usano per cacciare, avvolgere le prede, costruire tane e bozzoli con cui proteggere le uova.