Referenze
Criodisinfestazione Criopest
Registrazione A.N.I.D. Sistri,tracciabilità dei rifiuti
Consip Acquisti in rete
Frog Service Social Network
Seguici su Google Plus
Sara De Benedetto
Sara De Benedetto
09:25 18 Dec 16
la ringrazio per i consigli che mi dai tutti i giorni
Fabio Vitillo
Fabio Vitillo
16:47 10 Aug 16
Bravissimo!!!
Fabio HomeVideo
Fabio HomeVideo
11:12 12 Jul 16
Arturo Verdicchio
Arturo Verdicchio
17:10 09 Jul 16
See All Reviews

topo                    Topi e Ratti

Ratti e topi sono da ritenersi responsabili della diffusione di molte malattie che trasmettono direttamente all’uomo e agli animali domestici, con il morso o contaminando i cibi con urine, feci o peli, oppure indirettamente attraverso i parassiti che albergano nel loro mantello. La peste, la febbre da morso, la leptospirosi o “malattia di Weil”, la salmonellosi, il tifo murino o tifo endemico sono le malattie che possono colpire, quindi .

Le tre specie più diffuse nel nostro territorio sono: il Rattus norvegicus, il Rattus rattus e il Mus musculus. Facciamo riferimento in particolare al Rattus norvegicus, detto anche ratto bruno, pantegana o ratto di fogna, perché rappresenta oggi l’antagonista più pericoloso, date le sue abitudini e la sua stretta convivenza con l’uomo. Le altre specie vengono prese in esame sostanzialmente per sottolinearne le differenze. Questo perché é di estrema importanza un’esatta individuazione della specie presente in un territorio, onde poter impostare corrette metodiche di lotta e controllo dell’infestazione. Il ratto delle fogne trova il suo hábitat preferito nelle zone urbane e  di periferia, rifugiandosi nei terrapieni, negli ammassi di rifiuti, tra le macerie, nelle aiuole dei giardini, nei magazzini e soprattutto nei pressi delle strutture fognarie. In alcuni casi può occupare anche gli interstizi delle stesse pareti di casa o dei pavimenti. Il Rattus rattus, o ratto nero o ratto dei tetti, è semiarboricolo: le caratteristiche stesse dei polpastrelli ne esaltano le capacità di arrampicamento, nidifica sugli alberi, nelle zone urbanizzate si rifugia sui tetti e nei solai.Il Mus musculus, è il topolino delle case, nidifica prevalentemente nel terreno ma, quando ne ha la possibilità non disdegna l’interno delle abitazioni, rifugiandosi nei minimi interstizi. La caratteristica rilevante di entrambi i Generi Rattus e Mus è rappresentata dai denti incisivi molto arcuati e sporgenti dal labbro, in particolare quelli superiori. Questi denti sono privi di radici, e in continua crescita, nell’arco di un anno possono raggiungere una lunghezza di 10-15 cm., dimensione che, se non limitata, potrebbe impedire all’animale l’essenziale pratica masticatoria. La giusta dimensione viene mantenuta dalla continua usura operata dall’animale attraverso il rosicchiamento; questa pratica, associata alla diversa consistenza della parte anteriore e posteriore (priva di smalto), fa sì che il dente assuma la caratteristica forma a “scalpello”. Questa configurazione lo rende particolarmente adatto alla presa e al taglio.

 Il Rattus norvegicus ha la livrea di colore grigio/bruno rossiccio con sfumature tendenti al rossastro; il ventre è di colore grigio chiaro. E’ di conformazione forte e robusta e può  superare il peso di 500 grammi. Ha orecchie piccole e occhi estremamente vispi e particolarmente piccoli. La coda, tozza è bicolore, e caratterizzata da evidenti anelli, in numero variabile è sempre ricoperta da squame e presenta scarsa peluria. La sua lunghezza non supera mai quella del tratto testa-tronco.

Il Rattus rattus ha la livrea di colore nero o bruno/grigio tendente al nero nella zona dorsale e sui fianchi, mentre è di colore grigio o grigio scuro nella regione ventrale. Di dimensioni inferiori al norvegicus, il suo peso medio varia da 100 a 300 grammi, é di forma più snella e slanciata. Occhi ed orecchie sono molto più grandi rispetto al norvegicus e la coda, monocolore con anelli poco evidenti, è affusolata e supera sempre in lunghezza il tratto testa tronco. I polpastrelli della zampa sono provvisti di squame che aumentano il grado di presa delle zampe stesse; il norvegicus, ottimo scavatore, non presenta questi elementi addizionali.

Il Genere Mus il cui rappresentante più noto è sicuramente il Mus musculus, il comune topo delle case o di campagna.E’ il più piccolo dei roditori domestici, caratterizzato da un mantello grigio scuro sul dorso e più chiaro in posizione ventrale. E’ di piccole dimensioni: generalmente il peso non supera i 25 grammi.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI DEI RATTI E TOPI

caratteristiche ratti e topi

DIFFERENZA TRA GLI ESCREMENTI DI TOPI E RATTI

roditori escrementi