Referenze
Criodisinfestazione Criopest
Registrazione A.N.I.D. Sistri,tracciabilità dei rifiuti
Consip Acquisti in rete
Frog Service Social Network
Seguici su Google Plus
Sara De Benedetto
Sara De Benedetto
09:25 18 Dec 16
la ringrazio per i consigli che mi dai tutti i giorni
Fabio Vitillo
Fabio Vitillo
16:47 10 Aug 16
Bravissimo!!!
Fabio HomeVideo
Fabio HomeVideo
11:12 12 Jul 16
Arturo Verdicchio
Arturo Verdicchio
17:10 09 Jul 16
See All Reviews

LE ZANZARE

    Zanzara Tigre  (Aedes albopictus)    (video zanzara tigre) 

Le zanzare tigre sono di colore nero con righe bianche. Depositano, nelle zone asciutte soggette a immersione, le uova dalla forma ellittica, che da bianche diventano nere con il passare dei giorni. La larva  posizionata a 45° vive nell’acqua per poi trasformarsi in pupa, lo sviluppo da uovo ad adulto avviene  in  6-8 giorni in base alla temperatura. Il loro habitat è nei recipienti con poca acqua stagnante. La zanzara tigre è attratta dai colori intensi in modo particolare dal nero. Punge solo la femmina al fine di trarre nutrimento per se e per le uova, particolarmente dopo l’alba e prima del tramonto ma anche durante il giorno. Dalle zone di loro permanenza si spostano, colonizzando altre aree percorrendo distanze di 400-500 metri, lasciandosi trasportare dal vento.Volano ad un’altezza di 1-1,5 metri. Nelle ore più calde si rifugiano nelle siepi e nella bassa vegetazione. Svernano sotto forma di uova in attesa di riprendere il ciclo riproduttivo con l’arrivo dei primi caldi e delle prime piogge.

                                Zan­zara comune  (Culex pipiens)

La zanzara comune, ha come caratteristica il volo ronzante, non percorre grandi distanze, punge di preferenza al crepuscolo e di notte. Può entrare nelle abitazioni attirata dalla luce e dalla presenza di persone, individua la vittima percependo le emissioni di anidride carbonica, acido lattico e sostanze volatili emesse con il sudore. Depone le uova nelle zone più svariate: tombini, cisterne, depuratori, reti di scolo, acque luride con forte carica organica anche se fortemente inquinate, acque limpide con presenza di sostanze organiche di origine vegetale, stagni, paludi, fossati e piccole raccolte d’acqua ferma,  anche temporanee. L’ovodeposizione avviene generalmente di sera. Le femmine feconde svernano rifugiandosi in luoghi nascosti e tranquilli spesso costruiti dall’uomo come: cantine, stalle, magazzini, garage, cantine, soffitte, fognature ecc., in questo periodo, qualora le condizioni diventino favorevoli, possono pungere.

Solo la femmina della zanzara si nutre di sangue, mentre il maschio succhia il nettare e la linfa delle piante. Il maschio ha lunghe antenne sfrangiate con cui percepisce le vibrazioni provenienti dalla zanzara femmina.

Lascia un Commento

*