Deragnatura Eliminazione Ragni

Deragnatura Eliminazione Ragni

Deragnatura Eliminazione Ragni

La deragnatura è  una tecnica di pulizia che si svolge all’interno degli edifici per eliminare le ragnatele create dai ragni sulle pareti, soffitti e negli anfratti.

Le ragnatele create dai ragni che troviamo spesso nelle case e nei luoghi di lavoro non sono indice di mancata pulizia o trascuratezza ma la manifestazione della presenza di animali il più delle volte innocui e utili.

Di altro tipo sono le ragnatele della polvere le quali si formano con i fumi grassi che  scaturiscono dalla cucina e soprattutto nelle  fabbriche tessili dove c’e’ un’alta presenza di residui di tessuto. In realta somigliano poco alle classiche ragnatele, sono formati dagli aglomerati di filamenti e polvere che si concentrano dove trovano un’ appiglio.

Anche nelle case e’ possibile il formarsi di tali ragnatele soprattutto se non abitate o poco frequentate, quindi si rende necessario procedere con il servizio di deragnatura associato ad una accurata depolveratura e disinfezione, operazioni che rendono sano e vivibile l’ambiente.

Qualora si rilevi un’elevata presenza di aracnidi si rende necessaria anche la disinfestazione.

Tutti ragni, salvo eccezioni come gli Opilionidi, sono in grado di secernere il veleno. In Italia non ci sono ragni il cui morso può provocare la morte, fatta eccezione per il ragno violino (Loxosceles rufescens) e la malmignatta (Latrodectus tredecimguttatus).

Il morso di questi ragni, seppur pericoloso, raramente può provocare la morte. La quantità di veleno iniettata e particolarmente pericolosa per i bambini e gli anziani. Anche gli adulti indeboliti da malattia o sofferenti di particolari patologie, al momento del morso, il veleno risulta fatale. Inoltre in soggetti allergici può provocare lo shock anafilattico.

Lo sapevate che: “Ragno porta guadagno.” ; “Ragni alla sera, buon augurio.” ; “Dal ragno s’impara a tessere.” ; “Quando i ragni tessono all’aperto, il buon tempo dura molto.” ; “Ragnu de sira, fortuna tira.” ecc…