Referenze
Criodisinfestazione Criopest
Registrazione A.N.I.D. Sistri,tracciabilità dei rifiuti
Consip Acquisti in rete
Frog Service Social Network
Seguici su Google Plus
Sara De Benedetto
Sara De Benedetto
09:25 18 Dec 16
la ringrazio per i consigli che mi dai tutti i giorni
Fabio Vitillo
Fabio Vitillo
16:47 10 Aug 16
Bravissimo!!!
Fabio HomeVideo
Fabio HomeVideo
11:12 12 Jul 16
Arturo Verdicchio
Arturo Verdicchio
17:10 09 Jul 16
See All Reviews

Zanzara Tigre previsioni di infestazione

L’esperto: dopo le piogge l’attacco delle zanzare tigre. Ma non sono il solo nemico…

Assalto di zanzare tigre in arrivo entro pochi giorni. Le piogge di queste settimane sono state il clima ideale per la loro riproduzione, che in condizioni normali porta ciascun insetto a farne nascere altri mille nell’arco di un mese. E quindi quest’estate batterà ogni record quanto a sciami dei minuscoli killer volanti, che poi ci tormenteranno per mesi fino all’autunno inoltrato. Portando con sé il rischio di nuove malattie, di cui alcune mortali come la febbre Dengue.

Ma ad affliggerci ci sarà anche un ritorno delle pulci provenienti dai Paesi caldi, un tempo debellate in Italia, che di recente negli Stati Uniti hanno veicolato gravi malattie tra cui la peste bubbonica. In crescita anche le zecche, degli acari come i ragni, pronti a trasmettere la malattia di Lyme che lascia paralizzate le persone contagiate. Abbiamo chiesto al professor Vincenzo Girolami, entomologo dell’Università degli studi di Padova, di illustrarci come si stanno diffondendo questi insetti e quali rischi corrono le persone che ne sono punte. 

Professor Girolami, rispetto alla media stagionale quest’estate le zanzare tigre aumenteranno o diminuiranno?

Se continuerà a piovere l’incremento raggiungerà i livelli massimi che sono stati toccati due anni fa. L’ambiente umido è infatti l’ideale per questi insetti, che depongono le larve in bambù spezzati, sottovasi, pozzanghere e tombini. A differenza delle zanzare notturne, caratteristiche del nostro Paese, che preferiscono gli specchi d’acqua più grandi. La prima generazione si è già fatta sentire e sta iniziando a moltiplicarsi. Di solito ognuna fa nascere ogni volta tra 30 e 35 altri insetti, che poi impiegano tra dieci e quindici giorni per raggiungere l’età adulta. Entro metà giugno avremo quindi la terza generazione, con le zanzare tigre moltiplicate per mille. 

Fonte: il sussidiario.net

 

3 Commenti a “Zanzara Tigre:previsioni di infestazione per il 2010”

  • tommaso carrera says:

    L’esperto: dopo le piogge l’attacco delle zan­zare tigre. Ma non sono il solo nemico…

    ARTICOLO VERGOGNOSO!!

    “Assalto di zan­zare tigre”
    “quest’estate bat­terà ogni record quanto a sci­ami dei minus­coli killer volanti, che poi ci tor­menter­anno per mesi fino all’autunno inoltrato. Por­tando con sé il ris­chio di nuove malat­tie, di cui alcune mor­tali come la feb­bre Dengue.”

    LERCI BUGIARDI, IN ITALIA NON ESISTONO MALATTIE INFETTIVE TANTOMENO MORTALI VEICOLABILI DALLE ZANZARE!!! MA QUALI “SCIAMI DI KILLER VOLANTI” !!!
    La Dengue è limitata al sudest asiatico e non esiste in Europa!! VERGOGNATEVI!!

    SPAVENTATE LA GENTE PER OTTENERE IL CONSENSOPER DEMENZIALI DISINFESTAZIONI CON SOSTANZE CHIMICHE CANCEROGENE, QUELLE SI’SICURAMENTE TOSSICHE E POTENZIALMENTE MORTALI

    CHE DICE IL PROF GIROLAMI SULLE “TERRIBILI CONSEGUENZE” DELLE PUNTURE??
    AVETE CENSURATO LA SUA RISPOSTA PERCHE’ LA VERITA’ VA CONTRO I VOSTRI INTERESSI?

    Fonte: il sussidiario.net

  • Marco Leva says:

    Caro Tommaso, già da come accusa, apostrofando “lergi e bugiardi” chi informa, si denota il suo grado di formazione. Forse non vede un’aspetto che ci coinvolge tutti, la globalizzazione, e credo che forse deve approfondire la sua conoscenza a riguardo delle diffusione delle malattie trasmissibili tramite la puntura della zanzara tigre. Non è la zanzara di per se che trasmette i virus ma la puntura di essa da un’indivuduo portatore a uno sano. Se va in vacanza nel sudest asiatico e viene punto, e quindi infettato, quando torna in italia porta con se il virus, la zanzarina italiana la punge e poi pungendo uno dei suoi famigliari o amici gli trasmette il virus. Quindi non e’ spaventare la gente ma informarla. Per quanto riguarda l’utilizzo di insetticidi in modo sconsiderato mi trova d’accordo. Se ha navigato sul mio sito avrà constatato che il mio obbiettivo è la lotta larvicida e l’utilizzo di insetticidi repellenti, e solo in casi dove è strettamente necessario intervenire con insetticidi, ma comunque sempre in modo mirato e non eccedendo con le quantità. Se pensa che il mio interesse fosse spaventare ha frainteso, ho solo voluto riportare integralmente un’articolo senza omissioni e censure. Di seguito segnalo due indirizzi, uno dei quali è del ministero della sanità. Le consiglio di visitarli.
    http://mosquiteer.com/cms/website.php?id=/it/news/data8235.htm
    http://www.sanita.it/Malinf_gestione/Rischi/documenti/182-09.pdf

  • Gian Paolo says:

    ….. Un commento ? presto fatto : sono a letto da due giorni,con febbre da 38 a 39 ,la controllo con paracetamolo come consiglio del mio medico. la diagnosi e’ stata (febbre virale)ma non convinto ho cominciato ad indagare….i sintomi descritti corrispondono ,
    vampate di calore,mal di testa,male intorno agli occhi ,male alle articolazioni ,sudorazioni eccessive……..puo’ bastare?
    ora attendo altre 48 ore ,se non miglioro mi rivolgo all’ ospedale !
    Grazie per l’informazione

Lascia un Commento

*