Pagina in caricamento...

Disinfestazione acari

Home / Disinfestazioni / Acari
Acaro da disinfestare

Nella lotta contro gli acari si interviene con profondi interventi disanificazione applicando disinfestazioni mirate in base al tipo di acaro infestante.In caso di infestazione da acari delle piante si interviene anche tramite il metodo dell’endoterapia trattando la pianta infestata.

Per eliminare gli acari della polvere nelle nostre case, la cui presenza può provocare allergie, la Frog Service effettua la sanificazione ambientale con l’ozono. Saturando l’ambiente con questo gas naturale si eliminano le cause che provocano le allergie. L’ozono ossida a livello cellulare gli allergeni prodotti dagli acari neutrizzandoli.

Caratteristiche degli acari

Gli acari sono artropodi ectoparassiti che appartengono alla classe degli Aracnidi. Gli acari sono parassiti che si possono trovare sugli animali, sulle piante, nella polvere e nelle derrate alimentari.

La maggior parte degli acari sono ovipari, depongono uova già fecondate, ed il loro ciclo biologico va dall’uovo, alla larva, all’adulto.

Il ciclo biologico e la sopravvivenza dell’acaro sono legati alle condizioni climatiche, tanto che se queste non sono ottimali, l’acaro entra in uno stadio di riposo.

Gli acari sono fototropici positivi in estate, cercano la luce, e fototropici negativi in inverno, evitano la luce.

Non tutti gli acari sono da combattere attraverso la disinfestazione.

Esistono alcune specie di acari utili all’uomo in quanto parassiti o predatori di altri acari o insetti dannosi. Per questa loro particolarità vengono utilizzati nella lotta biologica a difesa delle piante nelle colture agrarie e vivaistiche.

Acari dei volatili

L’acaro dei volatili artropode ectoparassita ematofago con corpo di col­ore grigiastro e otto zampe, rag­giunge una lunghezza di 0,6–0,7 mm.Si nutrono del sangue dei volatili e dopo che si sono nutriti il loro corpo diventa di col­ore rosso vivo.Lo sviluppo da uovo ad adulto avviene in soli 7 giorni e vivono circa 90 giorni.

Acari della polvere

Gli acari della polvere (dermatophagoides pteronissinus e farinae)sono microrganismi visibili solo al microscopio e sono presenti ovunque vivano uomini o animali.

Si nutrono di forfora, delle squame prodotte dal rigenersi delle cellule della nostra pelle, delle muffe, dei batteri , dei funghi che crescono sulla nostra pelle.

Questi aracnidi si riproducono in ambienti caldi, prediligono materie naturali come la lana dei materassi o le piume dei cuscini.

Gli acari della polvere sono la causa principale della maggior parte delle allergie provocate nell’uomo e colpiscono principalmente le vie respiratorie manifestando asma e rinite,  meno frequentemente congiuntivite ed eczema.

E’ bene sapere che la reazione allergena non viene provocata dall’ acaro ma dalle sue secrezioni. Dai loro corpi espellono delle sostanze  altamente allergiche, queste sostanze vengono espulse attraverso le uova e le loro feci.

In rari casi, o in presenza di infestazioni più gravi, si può essere morsi da questi minuscoli aracnidi, la reazione sulla cute è la formazione di piccole bolle molto puriginose.

Con corpo bianco crema molle e pieno di peli con zampe marroni, raggiunge una dimensione di circa 200-300 micron. Lo sviluppo da uovo ad adulto è di 15-20 giorni passando per lo stadio larvale. 

Gli acari della polvere da adulti vivono di media 2-4 mesi, si accoppiano una due volte. La femmina depone dalle 20 alle 50 uova. Preferiscono un habitat umido e prediligono i letti, i tappeti e gli interni imbottiti della mobilia.

Acari della scabbia

L’acaro della scabbia è notturno e ama il caldo, vive circa 30 giorni e depone 2-3 uova al giorno ma non tutte schiudono. Questa specie di acaro non sopravvive lontano dalla cute dell’uomo. L’adulto muore dopo 3 giorni, l’uovo dopo 10, contratta la malattia i sintomi compaiono dopo 3 giorni ed il prurito dopo 48 ore circa.
L’acaro delle piante vive nutrendosi della ninfa vitale e ne causa diverse malattie a volte gravi.
L’acaro del prosciutto crudo, acaro delle derrate, che si nutre di grassi e proteine, quindi infesta prevalentemente insaccati e formaggi. E’ tra gli acari più dannosi per le derrate.
L’acaro della farina o acaro delle derrate infesta il frumento e la farina, dopo la sua infestazione le derrate sono irrecuperabili con conseguenti danni economici alle industrie alimentari. La presenza di questo acaro può provocare dermatiti e stati di asma.

Vuoi risolvere il problema? 800 134 718

Ti servono informazioni?